Terrà Blog

Sciacca, premiazione dei nuovi Chef Disciple d’Auguste Escoffier

A Sciacca, il 17 maggio presso la Torre del Barone, i Disciple d’Auguste Escoffier Delegazione di Sicilia, diretta dal Giovanni Montemaggiore, organizzano una manifestazione regionale con la consegna delle fasce ai nuovi Chef Disciple d’Auguste Escoffier. Georges Auguste Escoffier, definito il “cuoco dei re, il re dei cuochi”, è unanimemente riconosciuto come il più grande precursore, semplificatore e ordinatore di menù e ricette dell’alta cucina e di quella moderna, al quale Guglielmo II si rivolse con queste parole “Io sono l’imperatore di Germania, ma tu sei l’imperatore degli chef”. Georges Auguste Escoffier nato nel 1846 a Villeneuve Loubet, località costiera della Provenza, è entrato nel mondo della ristorazione a 13 anni, lavorando presso l’osteria dello zio come lavapiatti e aiuto cuoco. Con gli occhi ha rubato e imparato la vita in cucina, facendo lavorare anche la testa e pensando a cosa avrebbe dovuto cambiare per realizzare il suo sogno.

Tante e straordinarie le virtù che hanno reso la figura di Escoffier leggendaria: ha dovuto costruire da zero l’immagine rispettabile del cuoco e della cucina, ha rivoluzionato totalmente il concetto del mangiare (da bisogno a piacere), ha inventato il modo in cui, ancora oggi, ci si divide i compiti dietro forni e fornelli di un ristorante. Il Suo pensiero umanistico si trasmutava nell’aiuto alle mogli dei cuochi in guerra con raccolte attraverso delle cene di beneficenza la creazione di un fondo per i cuochi in difficoltà economiche e la distribuzione dei cibi avanzati (in surplus) ai poveri che la sera si raccoglievano nei pressi del ristorante.

Nel corso della manifestazione, sono in programma gli interventi di Nino Sutera, responsabile dell’Osservatorio Politiche Neorurale dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Siciliana e, tra gli altri, di Giacomo Glaviano, presidente nazionale della F.I.J.E.T.(Federazione intenazionale, giornalisti scrittori di turismo). Prevista la presenza del presidente delegato Giovanni Lorenzo Montemaggiore, del segretario regionale Tonino Butera, del tesoriere Gianluca Interrante. A conclusione, uno showcooking dello chef non vedente (solo 4 al mondo) Anthony Andaloro, fiduciario regionale per le disabilità e l’intervento del presidente Escoffier Svizzera e per l’Europa, Pierre Alain Favre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Post a Comment

You don't have permission to register